MOSTRA "LA COSA PUBBLICA"

Salute, Lavoro, Società nelle collezioni storiche dell’Università e del Politecnico di Torino

Pre-evento di Biennale Tecnologia – A cura dell’Archivio Scientifico e Tecnologico
ASTUT | UniTO e del Dipartimento di Architettura e Design DAD; Area Cultura e
Comunicazione | PoliTO

visita guidata aperta al pubblico

APERTURA DAL 10 NOVEMBRE AL 3 DICEMBRE 2022

Giovedì 10 – ore 17.00 e 18.30
Venerdì 11 – ore 17.00 e 18.30
Sabato 12 – ore 10.00 – 10.30 – 11.30 – 12.00

Giovedì 17 – ore 17.00 e 18.30
Venerdì 18 – ore 17.00 e 18.30

APERTURA STRAORDINARIA sabato 19 e domenica 20 dalle ore 10.00 alle 12.00 e dalle 1400 alle 17.30 ogni mezz’ora

Giovedì 24 – ore 17.00 e 18.30
Venerdì 25 – ore 17.00 e 18.30
Sabato 26 – ore 10.00 – 10.30 – 11.30 – 12.00

Giovedì 01 – ore 17.00 e 18.30
Venerdì 02 – ore 17.00 e 18.30
Sabato 03 – ore 10.00 – 10.30 – 11.30 – 12.00

30 posti

1 h

Castello del Valentino
Sala Colonne, Sala Gigli e Sala Valentino
Viale Mattioli 39, Torino

Il 10 novembre apre la mostra gratuita che è visitabile previa prenotazione fino al 3 dicembre 2022.

Il percorso si articola nella visita guidata al Castello del Valentino, residenza sabauda, sede storica del Politecnico di Torino oggi ospitante la scuola di Architettura e bene UNESCO della “Corona di Delizie” dal 1997. Annessa al percorso verrà illustrata la mostra temporanea organizzata in collaborazione con Biennale Tecnologia dedicata al tema “LA COSA PUBBLICA. Salute, Lavoro, Società nelle collezioni storiche dell’Università e del Politecnico di Torino”. La mostra nella sua narrazione prevede l’esposizione di collezioni storiche conservate nel Politecnico e nell’Archivio Scientifico e Tecnologico dell’Università solitamente non accessibili al pubblico.

Attraverso il ricco patrimonio dei due Atenei si intende raccontare lo sviluppo della scienza in ambito medico e tecnico. Una evoluzione scientifica che a partire dalla seconda metà dell’Ottocento ha fortemente contribuito a definire il volto dell’Italia moderna. I temi della salute pubblica, la prevenzione dagli infortuni in ambito lavorativo, l’igiene e l’attenzione alla casa “per tutti” propri del periodo a cavallo tra Ottocento e inizio Novecento saranno gli stimoli per domande aperte sull’oggi e sul ruolo della scienza per costruire una società più giusta, inclusiva e democratica. 
La mostra è curata da Elena Dellapiana, Annalisa B. Pesando, Marco Galloni, Mara Fausone, Margherita Bongiovanni, Francesca Gervasio.

Tutte le attività sono gratuite previa prenotazione online (apertura dal 15 ottobre)

N.B. Per disdire o cambiare prenotazione telefonare al +39 353 444 5776 (dalle 15.00 alle 19.00 da lun a ven) – in questo modo lascerete l’attività a disposizione di altri